All'inizio: Mi sentivo isolato, con il sentimento di non progredire più nella ricerca di verità su me stesso, gli altri ed il mondo. Avevo un'opinione molto alta di me stesso, che mi sembrava essere fuori luogo. Volevo andare a vedere qualcosa di più grande e più saggio di me.
In cammino: Questo mi apporta una struttura, una forza più grande per affrontare le mie parti d'ombra, degli amici che condividono la stessa volontà di migliorare il mondo migliorando dapprima sé stessi. Sul cammino, incontro con i miei amici dei momenti di gioia, ma spesso dei momenti poco confortevoli per la mia vanità, il mio orgoglio e la mia avidità. Occorre essere pronti a sacrificarli.
Un consiglio per l'amico: Non venire se non ti senti pronto a vedere le cose così come stanno e non come te le immagini.


BN - Psicoterapeuta - 34 anni